Budapest: il centro artistico dell’Europa dell’Est - Street-Art su un palazzo

Budapest: il centro artistico dell’Europa dell’Est

FacebooktwitterFacebooktwitter

Si passa dagli enormi murales, alle sculture, ai ruin bar fino agli edifici moderni: Budapest sta rigenerando se stessa e sta diventando un polo importante, un centro nevralgico per l’arte contemporanea dell’Est-Europa.

Per i principali Paesi dell’Europa dell’Est, il passaggio alla democrazia è stato definito intorno al 2010 e, fino ad oggi, il loro status dell’arte moderna e contemporanea è cresciuto moltissimo, raggiungendo livelli internazionali e interessando importanti musei come il Guggenheim (Bilbao), la Tate Modern (Londra) e il MoMA (New York).

In alcuni di questi Paesi, tuttavia, l’arte non si è sviluppata allo stesso ritmo, creando dislivelli culturali e nei mercati dell’arte internazionale, nonostante gli enormi sforzi dei governi per creare nuove reti di musei.

A differenza di ciò, Budapest sta vivendo un vero e proprio “boom” artistico, architetturale e culturale.

Partendo proprio dai quartieri periferici, le comunità hanno avviato un dialogo per esplorare il ruolo dell’arte nell’attuale politica.

La nascita di nuove gallerie d’arte, residenze per artisti e quartieri interamente incentrati sulla street-art (come il sesto, il settimo e l’ottavo distretto di Pest) sta segnando la rinascita della capitale ungherese e sta favorendo enormemente il dialogo culturale interno e con gli altri Paesi Europei.

Oggi, le gallerie promuovono principalmente artisti contemporanei e lanciano sul mercato i più moderni trend, con eventi d’arte sparsi per tutta la città.

Un importante evento d’arte che coinvolge i più promettenti artisti italiani è la Biennale Internazionale dell’Est Budapest ArtExpo, che si terrà presso l’esclusiva Galleria Pintér di Budapest, dal 22 al 27 Novembre 2019.

Guarda il video di Nino Argentati

 

Un importante incontro d’arte nel centro di Budapest. L’evento Budapest ArtExpo è ideato in collaborazione con alcuni esponenti dell’ambiente artistico e culturale ungherese. Leggi tutte le informazioni e iscriviti https://www.pitturiamo.eu/evento/. Posti limitati

Tutto questo ha permesso a Budapest (e all’Ungheria) di diventare un importante centro di interesse del collezionismo di nuove opere d’arte: gli artisti emergenti sono spinti da una nuova ondata di energie e concetti e sono abbondantemente aperti verso le novità.

Camminando per le strade di Budapest si respira un’aria nuova: quartieri ravvivati da colorati murales dove vecchi muri di edifici abbandonati diventano tele per gli street artists. Le sculture moderne ed intense ravvivano e creano nuovi luoghi di incontro nella città; gli edifici di ultima generazione sono caratterizzati da nuovi formati, infrastrutture sociali e culturali che impiegano le nuove tecnologie per fondere tradizione e innovazione. Come la Balena di Budapest (Bálna in ungherese): un nuovissimo centro culturale e commerciale che si trova sulla sponda sinistra del Danubio, formato da una moderna struttura in vetro integrata completamente in edifici storici.

Il futuro di questa città, nonostante la situazione politica, è alimentato da un fermento creativo intento ad operare per favorire lo sviluppo di progetti grandiosi ed internazionali, una rivitalizzazione culturale che coinvolge tutti i cittadini ungheresi.

Vuoi mostrare la tua arte a Budapest?

 

 

Autore: Dott. Marcella Mondo

La Dott. Marcella Mondo è un'esperta di Web Marketing che coopera, da anni, con il Dott. Antonino Argentati. Da sempre appassionata di arte, oggi ricopre il ruolo di Capo Redattore di PitturiAmo. Da quando collabora con questo importante network dedicato alla promozione degli artisti, ha affinato il suo occhio critico verso l'estetica e la bellezza delle opere d'arte.

FacebooktwitterFacebooktwitter

Inserisci un commento a questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.