Mario Salvo - Quiete dopo la tempesta - 53x21cm, acrilico a spatola

Promuoversi come pittore, ecco come fare.

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Il primo articolo del Maestro Mario Salvo per aiutare gli artisti a promuoversi come pittori. Una serie di appuntamenti dedicati alla vostra crescita artistica.

Caro Artista,

sono il Tutor M° Internazionale d’Arte Mario Salvo. Ci conosciamo da diverso tempo e, unitamente all’amministratore di PitturiAmo Nino Argentati, raccogliendo la mia vasta esperienza e il desiderio di tutelare ancor più tutti i nostri iscritti, si é giunti ad un accordo tecnico-artistico che possa servire come un indice di riferimento chiaro e dettagliato su come iniziare a muovere i primi passi per promuoversi come pittore, crescere e sviluppare la propria arte riuscendo a muoversi nel difficilissimo settore dell’Arte.

Pertanto, oltre al presente articolo, ne seguiranno altri per la completezza dei tanti argomenti da trattare, da porre sotto una necessaria lente d’ingrandimento.

I requisiti per promuoversi come pittore

promuoversi come pittore. paesaggio

Vallata, 70x70cm, acrilico a spatola di Mario Salvo

Per promuoversi come pittore è fondamentale, prima ancora di iniziare, essere consapevoli di entrare in un mondo in cui è indispensabile, per tracciare un sentiero importante, possedere alcuni requisiti, quali:

  • umiltà;
  • sacrificio;
  • lavoro incessante;
  • dedizione;
  • ascolto;
  • crescita,

per non parlare di quello più importante: l’Amore per l’Arte!

Sappi bene che per introdursi in questo mondo particolare, occorre accettare di essere “visibile”, pertanto soggetto anche al “pubblico ludibrio”, perpetrato anche da coloro che non sono affatto all’altezza di giudicare, senza potersene sottrarre, dovendo spesso accettare critiche eccessive. Sarai poi tu stesso a scartare il Profano, cercando di mantenere solo il Sacro.

Importante è mantenere un sano equilibrio che sappia filtrare e magari annullare forme di “offese” e/o “permalosità” eccessive: purtroppo per muoversi decentemente in tali meandri, è necessario essere buoni “politici” di se stessi.

Ti accorgerai man mano che andrò avanti, come le caratteristiche elencate si fondino assieme divenendo elementi di un unico ingranaggio fondamentale.  Per promuoversi come pittore è importante che le suddette caratteristiche siano sempre presenti, affinché cooperino reciprocamente per raggiungere gli obiettivi prefissati,  non riuscendo a fare a meno di alcuna di esse.

Muovere i primi passi

promuoversi come pittore. nudo

Semplicemente donna, 40x50cm, olio e spatola su tela di Salvo Distefano

Per riuscire a promuoversi come pittore, la prima citata, “umiltà” è, oltre “all’amore”, la piattaforma sulla quale è indispensabile costruire il proprio assetto artistico. Più è grande, migliore sarà l’effetto ottenuto: manterrà l’artista sempre con i piedi per terra non concedendo spazi alle inutili esaltazioni, peraltro molto dannose. Ricordiamoci sempre che la “grandezza” di un qualsiasi individuo, e principalmente la sua “permanenza”, passano inevitabilmente attraverso l’umiltà!

Altresì, senza il “sacrificio” non si può mai ottenere nulla. Inteso come applicazione verso una “passione” alla quale concedere sinergie economiche, parimenti a quelle che vengono generalmente disposte ed avviate a beneficio del corpo (hobby & sport), mentre quelle di cui parliamo sono costi a beneficio della “mente”, di tutt’altro lirismo interiore!

Di conseguenza, l’essere artista dilettante, ovvero “della domenica”, o un affermato “professionista” dipenderà solo ed esclusivamente dal tuo impegno (tempo e denaro) dedicato all’Arte.

Un consiglio per sapersi promuovere come pittore: prima di concedere tali spazi e tempi, è bene sottoporre i tuoi risultati a persone di elevata serietà professionale, con curriculum di rispetto, che possano neutralmente dare un qualificato parere su ipotetici sviluppi futuri importanti, magari indicandone subito i punti dove maggiormente dedicare il proprio lavoro per irrobustire le carenze strutturali evidenziate.

Non fermarti a giudizi parentali o di amici che non siano dello specifico settore! Faresti danno enorme a te stesso disattendendo sia “l’umiltà” che “l’ascolto”.

Una volta che si è davvero consapevoli delle proprie capacità, a quel punto bisogna affinare gli sforzi e dedicare sempre più tempo alle proprie esperienze, non dimenticando di far sottoporre a costante giudizio qualificato i propri lavori, onde poter correggere eventuali ulteriori limiti o  superficialità.

promuoversi come pittore. volto

Vision, 30x40cm, arte digitale di Alys Melcon

Il “confronto” come passo fondamentale per promuoversi come pittore

Ed é questo il momento in cui si innesca “l’ascolto”, sempre professionale, nel quale con la saggezza “dell’umiltà” si modificano errori o si potenziano settori lacunosi da implementare, ringraziando dei suggerimenti le persone cui ci siamo rivolti. E se necessario, prendere anche lezioni d’Arte da maestri che possano fare la differenza durante gli sviluppi formativi indispensabili per il futuro.

Se si crede in se stessi, questi costi sono parte dei “sacrifici” menzionati che, però, faranno la differenza per l’artista, facendolo maturare davvero, aumentando la propria visibilità e riuscendo a promuoversi come pittore e artista in genere!

Nel prossimo articolo si parlerà delle mostre collettive a cui partecipare e affronteremo le prime mosse intelligenti onde evitare sprechi economici e di tempo, non arricchendo affatto il proprio curriculum artistico.

A presto allora. Un affettuoso saluto.      

P.S.: Per approfondimenti e chiarimenti ti invito a lasciare un commento in questa pagina.

 

Se desideri ottenere una guida costante durante tutto l’arco dell’anno, con affiancamento del Maestro Mario Salvo, dai un’occhiata alla nostra proposta “La tua arte a 360° per 365 giorni

Promuoversi come artista

La tua arte a 360° per 365 giorni. PitturiAmo ti guida nella tua crescita artistica aiutandoti a selezionare i migliori partner con i quali promuovere la tua arte. Scopri di più.

Autore: Mario Salvo

Ho dedicato interamente la mia vita all'arte, fin dall'età di 12 anni, festeggiando nel 2016 i 50 anni di carriera artistica. Ho fondato l'associazione culturale ALETES Onlus e in qualità di Presidente e Docente e attraverso l'arte nelle scuole cerco di sostenere "diversamente abili" e le categorie socialmente deboli. Coinvolgendo organismi ed enti pubblici regionali, desidererei, assieme ad altri Maestri, ognuno nel suo specifico settore artistico, realizzare un’Accademia d’arte libera ovvero uno spazio nel quale poter gratuitamente insegnare, diffondendo, tra i tantissimi giovani e meno giovani che desiderino apprendere seriamente l’arte e le sue filosofie, i segreti di tecniche e professioni d’arte le quali, diversamente, andrebbero a beneficio di pochi eletti. Scopri di più su Mario Salvo

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

12 Commenti

  1. molto interessante è seguirò ogni passaggio del Maestro, il mio umile pensiero e che comunque ognuno di noi ha i suoi tempi per realizzarsi tenendo conto delle possibilità economiche e familiari .

    grazie

    Rispondi
  2. Un’ ottima guida per la formazione degli artisti emergenti di oggi e per quelli di domani ancora in formazione. Per chi come me si sta promuovendo nel settore artistico è fondamentale la lettura di questi brevi articoli per focalizzare quelli che sono i punti chiave della formazione professionale.
    In particolare trovare conferma della mia esigenza di continuare a migliorare nell’ambito tecnico e stilistico seguendo maestri che vantano un’esperienza tale da poter corroborare le capacità professionali altri tramite utili laboratori artistici, affiancamenti ed anche tutoraggio.
    Poiché un esercizio ed allenamento continuo aiutano a non perdere mai la mano e il cosiddetto tocco, che altrimenti nonostante l’esperienza di formazione passata si perderebbe.

    Rispondi
  3. Bell’articolo! Comunque per me che sono esordiente é difficile capire fino a che punto bisogna fare sacrifici economici per dare evidenza alla propria arte in assenza di una chiara valutazione del mio valore come artista. Infatti io non riesco a giudicare me stesso e le critiche al mio lavoro le ho pagate per cui per me é arduo trovare il giusto equilibrio pur cercando ovviamente di essere umile.

    Rispondi
    • E’ proprio per questo motivo che lei ha bisogno di far valutare il suo livello da esperti professionisti e poi decidere.
      Un caro saluto.
      Mario Salvo

      Rispondi
    • Se posso caro Maestro Mario, vorrei aggiungere un mio pensiero riflessivo: riterrei opportuno anche che il primo passo che ogni artista debba essere umile e debba fare, prima di farsi notare, un autocritica, ovvero un percorso di studio e di analisi delle proprie capacità espressive, che sono tendenzialmente associate al proprio essere interiore! Ciò richiederebbe tempo e sacrificio, certo, perlomeno aiuterebbe a trovare un percorso stilistico personale. (Spiego meglio: Sono un Artista di tendenza figurativa oppure astratta?) Dopo di che, ogni Artista, con l’ aiuto e i consigli dei Maestri professionisti, potrebbe essere affiancato e stimolato ad esprimersi come meglio può e creare opere inedite e apprezzate!….

      Rispondi
  4. Grazie mille Maestro Di Salvo! Leggerò con attenzione i suoi articoli e se avrò bisogno di chiarimenti le farò qualche domanda…Ha ragione nel dire che quello dell’arte è un settore davvero molto complicato e se non si hanno alcuni accorgimenti si rischia di prendere grosse cantonate (soprattutto per i nuovi ma anche per gli scafati). Io sono una novellina ma mi sono già d’accorta che è un mondo parecchio confuso, le zone d’ombra sono tante e sono poche gli esperti disposti a condividere la loro esperienza e saggezza…Quindi grazie mille e ben vengano tutti i suoi consigli/dritte e le iniziative di Pitturiamo! Anche secondo me l’arte non dovrebbe essere un mondo accessibile solo a pochi eletti…

    Rispondi
    • Appunto cara artista. Chi ama l’arte ama anche coloro che vogliono ritagliarsi un angolo di luce e dare consigli per poterci riuscire é per me intima soddisfazione. La ringrazio davvero.
      Mario Salvo

      Rispondi
  5. Tutto quello che ” dice” e’ concretezza della realtà ,del mondo dell’arte e di chi vuole esprimerla..in tutte le sue forme.
    Cordiali saluti.

    Rispondi
  6. Grazie per i suoi consigli e le riflessioni importanti…io non sono nuova all’arte, tutt’altro…forse nel corso della mia vita non ho le dedicato tutto il tempo che avrei voluto….ma non ho potuto …fare di più….oggi non ho nulla da rimproverarmi…forse avrei dovuto di più credere in me stessa….Ma in passato spesso si era soli …molto soli…Condivido pienamente quanto Lei dice e propone .. è infatti la passione unità all’umilta, alla fine, ciò che permette di andare avanti fra mille difficoltà e permette di non mollare…è quello che io chiamo fuoco interiore che sentì vivo anche in mezzo al silenzio più assoluto…e quando si impara a dare ascolto a quel fuoco anche se stancamente non si può che procedere…Ancora grazie

    Rispondi
  7. Complimenti per l’iniziativa mi trovo a percorrere i primi passi della mia esperienza e credo che nei tempi che viviamo la passione delle persone sia essenziale.

    Rispondi
  8. In veste di Maestro nazionale e tutor del Sito di Pitturiamo, mi rivolgo ai cari Artisti che si affacciano per la prima volta, in questa coloratissima vetrina, per potersi promuovere come Artisti emergenti o affermati…e che intendano divulgare la propria Arte virtualmente: Vi consiglio di seguire le pillole di saggezza e di consigli pratici e teorici espressi dal caro e brillante collega il Maestro e Tutor Mario Salvo. Ho il grande privilegio di lavorare insieme e la sua grande esperienza artistica mi arricchisce giorno dopo giorno. Per questo, se siete decisi di partire e intraprendere questo fantastico viaggio, vi consiglio di ascoltare sempre il Maestro e in bocca al lupo! Alessia Catallo.

    Rispondi
    • Grazie mille tesoro. Un grande abbraccio.
      Mario

      Rispondi

Inserisci un commento a questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.