Romantica lettura all'aperto - Olio su tela di lino - 50x40cm

Coefficiente di valutazione dell’artista Mario Fanconi

FacebooktwitterFacebooktwitter

Mario Fanconi è stato un importante artista, vissuto tra Italia e Svizzera, che ha ottenuto dal critico Franco Bulfarini il Coefficiente del pittore, in collaborazione con PitturiAmo.

L’artista Mario Fanconi (Bellinzona, 23 Luglio 1912 – Mezzovico, 5 Giugno 2013) è stato un pittore importante del panorama artistico Italiano e Svizzero.

Dopo la maturità commerciale, ha lavorato come impiegato amministrativo in una ditta in Svizzera. Nel 1945 si trasferì a Lugano, si sposò ed ebbe due figlie. Proprio a Lugano decise di avviare una propria attività commerciale, alla quale ha affiancato la sua passione per la pittura.

Dal 1972 alla sua scomparsa, ha realizzato circa 700 opere d’arte, in parte venduti in Svizzera, Germania e America, sempre accompagnato da uno stimolo di ricerca artistica e di sperimentazione.

Oggi, la figlia Lucilla promuove le sue opere e mantiene vivo il ricordo del padre e della sua importante carriera artistica.

Più informazioni si possono trovare sul profilo di Mario Fanconi su PitturiAmo.

Il Coefficiente del pittore Mario Fanconi

Coefficiente di valutazione dell'artista Mario Fanconi

Coefficiente di valutazione dell’artista Mario Fanconi

Franco Bulfarini, critico d’arte e Tutor di PitturiAmo, ha accuratamente analizzato il profilo artistico di Mario Fanconi ed ha assegnato il Coefficiente del pittore con valori:

  • Coefficiente 1,20: Opere realizzate ad olio od acrilico, su tela o tavola, vari periodi;
  • Coefficiente 0,80: Opere ad olio su cartoncino telato;
  • Coefficiente 0,45: Pastelli su vari supporti e oli su carte o cartoncini;
  • Coefficiente 0,35: Opere realizzate a carboncino;
  • Coefficiente 0,30: Disegni di vario genere e tecnica;
  • Coefficiente 0,20: Bozzetti preparatori di opere maggiori o schizzi.

Note del Critico: “Il maestro Fanconi, da autodidatta, con le sue opere seppe far cresce uno stile indipendente, sia pure legato ad una figurazione attenta alle lezioni dell’impressionismo, ma anche congeniale ad una visione elegante e moderna di cogliere ed esprimere il mondo sensibile e della natura.”

“Tanto il disegnato quanto le tecniche a pastello, che gli oli su tela o canapa, attestano il talento dell’artista e ne definiscono lo stile che, in alcune opere, appare estremamente raffinato e, al contempo, leggiadro, sciolto ed efficace sul piano estetico e dell’espressione intima, questa legata ad una sensibilità che appare non comune nel saper cogliere le sfumature cromatiche. I colori, spesso a macchie, appaiono vivaci e ben contrastati, mai eccessivi, capaci di raccogliere valori luministici in modo attento ed esemplare, con sufficiente disinvoltura e padronanza.”

“Una pittura onesta che si dipana al fruitore per il piacere visivo che produce, per la poiesi interiore che si rivela, per l’amore indubbio dell’artista per la vita, che esterna in ogni tocco, come se ad uscire fossero le pulsioni più profonde dell’animo. La forza dei colori è, per il maestro Fanconi, modo imprescindibile per comunicare le proprie emozioni, mentre il tocco leggiadro esalta una visione armoniosa di grande effetto, dinamica e distintiva.”

“Di ottima qualità anche i lavori a pastello, tecnica insidiosa per molti artisti che invece il nostro maestro domina con sicurezza, dimostrando di aver saputo far proprie le lezioni dei grandi artisti del passato. Essere autodidatti in pittura non è quasi mai pregiudizievole quando l’artista si attrezza colmando i vuoti di conoscenza con la modestia dell’impegno quotidiano del fare e del vedere, sono sempre passione, rigore e talento che fanno la differenza. Si è detto di questo artista che ha saputo produrre “un’arte generosa”.”

“Certamente questo è stato possibile poiché la comunicazione artistica di Fanconi è andata di pari passo con le emozioni, cromaticamente plasmate sulla tela, con uso attento di diverse tecniche e senza esasperate sperimentazioni formali. I quadri di Fanconi sono una tranquillizzante proposizione di immagini che avallano la luce, il silenzio, la poesia, che sanno
ritagliare come altri hanno detto “un angolo di pace in una società che ha fatto della violenza e della volgarità i suoi vessilli.”.”

“Nel ‘75 Fanconi espose alla Galleria al Ponte di Ponte Tresa (Varese); nel 1979 presso la Banca Unione di Credito; nel 1992 presso Centrum Art Gallery di Chiasso; nel periodo 1993/2002 è presente con sue opere alla Galleria Landfogti a Rivera Monteceneri. Dopo la sua morte, la figlia Lucilla ne tiene vivo il ricordo, con mostre tenute nel 2015 presso Casa Battaglini a Cagiallo, nel 2016 presso l’oratorio si S. Rocco a Ponte Capriasca e con quelle che seguiranno. Questo artista merita di essere valorizzato perché le sue opere sono quanto mai vive, con il loro carico di bellezza ed emozionalità.

Il Coefficiente del pittore prevede l’assegnazione di un insieme di valori a seconda della tecnica utilizzata, del periodo artistico, del soggetto trattato, della tematica, etc. Queste misure sono necessarie per valutare correttamente il prezzo di vendita delle opere d’arte ed il livello di un artista.

Se desideri ottenere il Coefficiente del pittore, puoi richiederlo a PitturiAmo (servizio a pagamento).

Vuoi ottenere il Coefficiente del pittore?

Richiedilo adesso

Guarda le opere del pittore e visita il profilo di Mario Fanconi su PitturiAmo.

Autore: Dott. Marcella Mondo

La Dott. Marcella Mondo è un'esperta di Web Marketing che coopera, da anni, con il Dott. Antonino Argentati. Da sempre appassionata di arte, oggi ricopre il ruolo di Capo Redattore di PitturiAmo. Da quando collabora con questo importante network dedicato alla promozione degli artisti, ha affinato il suo occhio critico verso l'estetica e la bellezza delle opere d'arte.

FacebooktwitterFacebooktwitter

Inserisci un commento a questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.