"Le tre età della donna" di Gustav Klimt

Le tre età della donna

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

L’interpretazione dei pittori contemporanei dell’opera “le tre età della donna” e l’attualità di Gustav Klimt

Oggi molti pittori contemporanei sentono la necessità di rappresentare e reinterpretare le opere di Gustav Klimt, proprio perchè in esse sono ancora vivi quei sentimenti contrastanti che rappresentano a pieno la nostra società.

Nella società attuale, in cui la figura della donna deve essere tutelata e spinta ad emergere da un lungo periodo di soggiogazione e di continui soprusi, i dipinti di Klimt consentono di esprimere la complessità della donna e di comprenderla attraverso un semplice sguardo.

Nel portale dei pittori contemporanei presente sul web, si possono riscontrare ad esempio numerose reinterpretazioni, come falsi d’autore, del famoso quadro realizzato da Klimt nel 1905 “le tre età della donna” conservato alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma. .

Questa rappresentazione pittorica è particolarmente apprezzata dai pittori contemporanei poichè Klimt mostra l’imprescindibilità del ciclico destino della bellezza e dell’intera esistenza, una tematica per la quale non è possibile esimersi da una profonda riflessione.

Rappresentazione dell'intera opera di Gustav Klimt "le tre età della donna" realizzata dal pittore contemporaneo Luca Antonio Vittone.

Falso d’autore “le tre età della donna” opera di Gustav Klimt realizzato dal pittore contemporaneo Luca Antonio Vittone.

L’attualità che riscontrano i pittori contemporanei nell’opera di Klimt “le tre età della donna” , emerge in primo luogo da come il pittore tratta lo sfondo ed il contesto che ruota attorno alle figure principali.

Ritroviamo da una parte la rappresentazione di una texture che appare come una pioggia e che indica il divenire degli eventi. Questa contestualmente si ritrova ad essere sovrastata da uno sfondo completamente nero che fa prendere coscienza dell’approssimarsi ineluttabile della morte.

Un altro concetto del tutto condiviso dai pittori contemporanei si riscontra nella rappresentazione delle figure poste in primo piano, quali una madre con in braccio la piccola figlia ed una figura di una donna anziana che quasi con fare rassegnato, osserva e sovrasta le altre figure.

PitturiAmo ci consente di avere contezza delle qualità artistiche dei pittori contemporanei del nostro paese. Nella sezione falsi d’autore di Klimt, e ricercando le tre età della donna, ho riscontrato la presenza di numerose interpretazioni dell’opera da parte dei pittori contemporanei.

Ho potuto riscontrare tre tipologie differenti, da un lato alcuni pittori hanno deciso di rappresentare fedelmente l’opera di Klimt nella sua interezza, quindi rafforzando da un lato il sentimento di angoscia che mostra la donna anziana poichè cosciente del tempo passato e dell’imprescindibilità dell’approssimarsi della morte.

Altri pittori contemporanei hanno scelto di rigettare il sentimento di rassegnazione alla morte, eliminando del tutto la figura della donna anziana, e di focalizzarlo esclusivamente sulla maternità, mostrando la devozione ed il senso di protezione di una madre nei confronti della figlia che dorme beata nel confortevole abbraccio della persona, fino a quel momento, a lei più cara.

Altri ancora, invece, hanno deciso di estrapolare l’immagine della maternità, lasciando però un accenno della presenza della donna anziana, mostrandone solamente i capelli. Probabilmente questa decisione scaturisce, dalla consapevolezza del trascorrere del tempo e dalla presa di coscienza da parte della madre che quei momenti di completo abbandono della figlia nelle sue braccia immersa in un senso di appagamento e serenità spirituale, sono momenti che in maniera imprescindibile, passeranno e non torneranno più. 

Guarda su PitturiAmo le copie d’autore delle tre età della donna di Klimt.

Autore: Arch. Fiorella Formica

Sono una giovane Architetto e ho dedicato la mia formazione all'arte e all'architettura dimostrando che è possibile trasformare la propria passione in professione.

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Inserisci un commento a questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.