"Realtà e sogno, dov'è il confine?" di Patrizia Simonetti è in esposizione su PitturiAmo

Come fare innamorare un utente della tua opera d’arte

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Che sia online o nel mondo reale quasi mai acquistiamo qualcosa perché ci serve realmente. Solitamente acquistiamo qualcosa perché ci piace.

Pensaci bene. Sei in centro, passi davanti la vetrina di un negozio di scarpe, vedi un paio di calzature che ti piacciono da impazzire, pensi che non dovresti comprarle perchè ne hai già a sufficienza, decidi comunque di entrare solo per provarle un attimo, esci dal negozio con il sacchetto in mano ed un nuovo paio di scarpe.

Cosa è successo? Perché avevi preso una decisione e poi hai fatto tutt’altro?

É tutta colpa del tuo cervello intermedio. Ebbene sì, dentro la tua scatola cranica non c’è un “solo” cervello, ma addirittura ce ne sono tre:

  • Il cervello primitivo – è responsabile delle azioni istintive e automatiche, quali il respirare, il controllo dei battiti cardiaci, l’istinto alla fuga in caso di pericolo e così via;
  • Il cervello intermedio – è responsabile del controllo delle emozioni;
  • Il cervello superiore – è responsabile del controllo della ragione. Ci aiuta a fare i calcoli, ad elaborare un discorso, a creare dei ragionamenti.

Il cervello intermedio ha la capacità, in determinate circostanze, di prendere il sopravvento sugli altri due pertanto, tutto ciò che in qualche modo ci emoziona riesce a catturare la nostra attenzione e ci spinge a comportarci in una maniera piuttosto che in un’altra.

I pubblicitari le conoscono bene queste cose e, proprio per questo, le pubblicità che vedi spesso sui giornali o in televisione, piuttosto che parlare delle caratteristiche tecniche del prodotto reclamizzato, fanno leva sulle tue emozioni: cosa puoi fare con quello specifico prodotto, come può cambiarti la vita (sempre in meglio), perché non averlo potrebbe generare un pericoloso declino della tua esistenza ( va beh, adesso sto esagerando un pochino).

Pensa alle pubblicità della Apple (loro sono maestri in queste cose). Con i prodotti Apple puoi fare cose incredibili: fare fotografie in 4K, video in slow motion, farti guidare per le strade della California da un assistente vocale, etc. Ma davvero hai bisogno di tutte queste cose? Quasi sempre non solo non ne hai bisogno ma spesso non sai neanche di che cosa si tratta. Eppure l’iPhone ha stracciato tutti i record di vendite negli anni passati. Apple riesce a farti percepire i suoi prodotti come unici, belli, chi li possiede ha uno status sociale più elevato, indispensabili.

E tutti lì a fare la fila fuori dai negozi quando esce un nuovo modello di iPad o iPhone.

Le pubblicità delle macchine? La stessa cosa.

Allora cosa puoi fare tu che non sei Apple, Mercedes o Coca Cola per utilizzare le stesse tecniche di vendita ?

Devi fare in modo, con i mezzi e gli strumenti a tua disposizione, di fare percepire i tuoi quadri come:

  • unici (su questo non devi fare nessuno sforzo, lo sono già);
  • belli al punto da essere irresistibili;
  • di valore ( quindi non svilirli troppo con un prezzo di vendita troppo basso);
  • perfettamente adatti all’ambiente di chi li vuole acquistare.

 

Vendita quadro astratto online di Patrizia Simonetta

“Oltre la notte” di Patrizia Simonetti è in esposizione e vendita su PitturiAmo

Lo so a cosa stai pensando: “facile a dirsi, ma come fare senza spendere una barca di soldi in campagne pubblicitarie costosissime come quelle Apple?”

Andiamo per gradi.

Unici e irripetibili. I tuoi quadri lo sono già. Non devi fare nessuno sforzo in questo caso. Devi soltanto comunicarlo. Ti sembrerà banale ma il modo più semplice per comunicare un messaggio é dirlo, scriverlo. Non dirlo, non scriverlo, equivale a non comunicarlo e a non trasmettere il messaggio. Non dare per scontato che la gente arrivi a pensarlo; spesso, per pigrizia, non facciamo le associazioni mentali più stupide. Il quadro che hai realizzato tu esiste in una sola copia in tutto il mondo, quindi il messaggio che dovresti comunicare potrebbe essere: “Se non ti sbrighi ad acquistarlo potrebbe acquistarlo qualcun altro e tu potresti non averlo mai più. Non ci sarà mai un’altra occasione come questa. Acquista adesso il mio quadro o potresti non poterlo fare mai più“. In questo caso stai utilizzando il principio di scarsità, tanto utilizzato in pubblicità per promuovere qualunque tipo di prodotto/servizio (ne parleremo in un prossimo articolo).

Belli al punto da essere irresistibili. Anche in questo caso non devi fare nessuno sforzo per rendere il tuo quadro bellissimo, lo è già. Quantomeno lo é sicuramente per te, altrimenti non lo avresti dipinto e non lo metteresti in vendita. I quadri che hai completato e fai vedere alle persone sono sempre quadri che tu stesso apprezzi. A volte molto, solitamente moltissimo, quasi mai poco. Se un quadro che hai realizzato non ti piace solitamente lo scarti, lo butti, lo sbatti in garage o lo cancelli e ne fai un altro di sopra. Quindi il tuo quadro é bello, irresistibilmente bello, ha colori splendidi, soggetti meravigliosi. Tutto questo è vero almeno per una persona al mondo, per te.

Guarda una selezione di quadri venduti su PitturiAmo

Siamo oltre 7 miliardi di individui in tutto il pianeta e vuoi che non ci sia almeno qualcun altro che la pensi come te? Qualcuno disposto ad acquistarlo? Si tratta soltanto (si fa per modo di dire) di andarlo ad intercettare e proporgli l’acquisto del tuo quadro. Oggi hai a disposizione uno strumento meraviglioso che ti può consentire di raggiungere un bacino di utenti immenso, un bacino di utenti che solo fino a qualche anno fa era impensabile riuscire a raggiungere. Si è chiaro, sto parlando di Internet e dei principali strumenti di divulgazione online: Google e Facebook su tutti.

Non ti parlerò qui di come usare Google e Facebook, ho già scritto numerosi articoli a riguardo e ti invito piuttosto ad andarli a rileggere. Il concetto che vorrei comunicarti é davvero semplice e banale: devi promuoverti, devi pubblicizzare le tue opere, altrimenti non riuscirai mai a raggiungere i tuoi potenziali clienti.

Se vuoi vendere i tuoi quadri ti devi fare conoscere, devi fare vedere i tuoi quadri alle persone giuste (quelli che la pensano come te, che hanno i tuoi stessi gusti e si lasciano guidare dalle tue stesse emozioni). A queste persone devi riuscire a comunicare i tuoi sentimenti, le tue emozioni, facendo leva su ciò che colpisce te del tuo quadro. Non mettere in vendita un quadro senza nemmeno fare lo sforzo di descriverlo, pretendendo che l’utente sborsi centinaia/migliaia di euro così, sulla fiducia.

Se vuoi vendere quadri devi imparare a comunicare emozioni.

Non vorrei annoiarti oltre pertanto nei prossimi articoli ti parlerò degli altri due punti che sono rimasti in sospeso: come comunicare il valore dei tuoi quadri e come convincere le persone che i tuoi quadri sono perfettamente adatti al loro ambiente.

Intanto focalizza bene quanto hai letto in questo articolo e ricorda che ti devi promuovere online. Hai tanti semplici modi per farlo direttamente tramite la piattaforma di PitturiAmo – il portale dei pittori contemporanei:

  • Inserire quadri In Evidenza su PitturiAmo, per mostrare le tue opere al pubblico;
  • Inserire quadri In Vendita Diretta, per consentirne l’acquisto direttamente on line sfruttando la spinta dell’acquisto impulsivo;
  • Acquistare spazi pubblicitari mediante banner, per promuoverti come artista e farti conoscere da critici e galleristi;
  • Realizzare video di presentazione delle tue opere per facilitare la tua promozione;
  • Comunicare direttamente con altri artisti e utenti del sito mediante notifiche in area riservata e newsletter.

Per tutti i servizi sopra esposti è necessaria la registrazione gratuita al portale.

Autore: Nino Argentati

Sono un consulente di web marketing, ovvero curo la presenza online di aziende e professionisti. Realizzo siti web e mi preoccupo di garantire ai miei clienti la massima visibilità online, curando il posizionamento sui motori di ricerca, attivando campagne pubblicitarie mediante e-mail, sui social network o sui motori di ricerca. Studio continuamente per restare al passo con le veloci trasformazioni della rete. Ho realizzato e gestisco PitturiAmo - il portale dei pittori contemporanei con l'obiettivo di aiutare gli artisti a promuoversi online.

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Inserisci un commento a questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookies per fornirti un'esperienza migliore nella navigazione. Cliccando su "Accetto" acconsenti al loro uso. Se invece desideri negarne il consenso puoi consultare la nostra Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi